X
I Don't Know What 169.00
Cowboy Grass 169.00

169.00

VeganBioGravidanzaNatural

Bowmaker prende ispirazione dai boschi trascendentali del 1800, qui gli artigiani della Colonia della Baia del Massachusetts costruirono violini e archi. La fragranza richiama alla mente il Mogano anticato, i trucioli di acero sepolto, la resina di pino ambrato, il noce invecchiato e le vernici uniche e segrete.

Formato: EDP 50ml

In Stock

- +
Confronta
Categorie: , , , Mots clés: ,

Descrizione

Qualcosa di magico si cela nelle foreste del New England. Esse sono state il terreno calpestato da nativi, vichinghi, poeti, eremiti e sognatori per secoli. Le aree boschive rappresentano ciò che si trova appena oltre la nostra porta, ma che è segreto e nascosto, allo stesso tempo spaventoso ed invitante. Molti dei nostri grandi drammi sono incentrati sulla foresta. Per Thoreau ed Emerson, erano i boschi del Massachusetts che si estendono dalla periferia di Boston al deserto della MA occidentale. Questi grandi pensatori avevano la loro musa proprio accanto a loro.

Il New England è caratterizzato dalla giustapposizione tra pittoresco e grandioso. Come la terra degli antenati (Inghilterra, Iralnda, Scozia) le montagne non sono gigantesche ma sono maestose. Non ci sono Himalaya, Montagne Rocciose, grandi laghi, trincee profonde. Eppure intere storie popolari popolano le crepe e le fessure della terra. Le grotte sono porte di accesso alle tane degli stregoni. Le valli sono sorvegliate da Dei protettori.
 
Emerson ha tutto ciò di cui ha bisogno nelle terre intorno a lui. La magia non è qualcosa che giace in un regno lontano. Lo spazio, apparentemente banale, tra gli alberi cela molto di più se si guarda con attenzione. Questa magia pervade tutto ciò che Emerson scrive. L’artista salta nel fiume della creazione, imita il Creatore e segue liberamente l’ispirazione. Tutto intorno a noi ci sono scorci, piccoli pezzi di terra – cortili, boschetti, giardini, tetti – che ci ricordano quanto sia grande il mondo oltre il quotidiano. Non abbiamo bisogno di viaggiare nel deserto per sentire lo spazio infinito dentro le nostre menti.
 
La magia della foresta del Massachusetts nella valle dei pionieri ha dato all’America anche qualcosa di tangibile: il legno prima di tutto e, di conseguenza, gli strumenti musicali. Fino all’inizio del XIX secolo molte cose arrivavano dal vecchio continente, compreso gli strumenti musicali. Anche la stessa musica era influenzata dall’Europa. Tutto iniziò a cambiare nei negozi di violini della valle dei pionieri. In essi furono creati i primi strumenti americani. Erano gli strumenti di cui avevano bisogno per creare il loro lessico musicale. Nel corso dei successivi duecento anni, gli americani stavano facendo musica di livello mondiale. Dei doni grandiosi: jazz, blues, country, folk, rock’n’roll, hip hop e alcune delle più classiche musiche del XX secolo.
 
Bowmakers vuole richiamare l’apertura della custodia di un violino. In questo ricordo c’é la calda gommalacca della colofonia, il rigore del mogano e dell’acero. È un odore legnoso. Il freddo schiocco di betulla nel sibilante vento invernale fluttua sopra il cuore. Il suolo della foresta, appena umido e annerito, riempie il fondo di questa fragranza. Alcuni la considereranno maschile, ma è ricca e all’avanguardia e può essere indossata da chiunque.